Vita da mamma ai tempi dello “Smart Working” forzato

25/03/20

Se anche tu sei una di quelle mamme che ha la fortuna (si, hai capito bene, è una fortuna!) di poter convertire in “Smart Working” L’abituale attività lavorativa, ti sarai accorta che la visione romantica che ti eri fatta non corrisponde alla realtà!

Concentrarsi è più difficile se hai i figli in giro per casa; se poi hanno tra i 3 e 10 anni, non è semplice spiegarle loro che “mamma è a casa, ma deve lavorare”. E così, in un attimo, ti ritrovi a lottare tra la tentazione di lasciarli davanti alla tv pur che ti lascino lavorare e il senso di colpa di chi vorrebbe giocare con loro ma non può.

 

In una situazione di emergenza come quella attualmente causata dal #Coronavirus, non esiste una bacchetta magica; a tutti noi viene richiesto lo sforzo di accettare una realtà sconosciuta che ci spaventa e di rispettare le regole. Ma tu, mamma, hai una grande occasione: trovare nella tua nuova routine quotidiana un momento da trasformare in un ricordo indimenticabile per te e tuo figlio.

 

Perché spesso non è la quantità, ma la qualità del tempo trascorso insieme che conta davvero. Ecco allora qualche suggerimento per un massaggio mamma-figlio che spazzerà via in un attimo le tensioni della giornata!

 

Massaggiare tuo figlio: perché?

Le carezze dolci della mamma approfondiscono il legame d’attaccamento più antico della storia. Il contatto della pelle è l’espressione di comunicazione più forte che ci sia e, rispetto alle parole, è la più sincera perché nel tocco non c’è inganno. Il tatto, inoltre, è l’unico senso bidirezionale: ti sfioro e non puoi fare a meno di sentirmi.

 

I bambini scoprono il mondo anche attraverso la pelle, l’organo in assoluto più esposto rispetto agli altri: attraverso la pelle scoprono il caldo, il freddo, la differenza tra duro e morbido, il pizzicore, il piacere e il fastidio perché ricchissima ti terminazioni nervose che portano informazioni al cervello. E’ proprio massaggiando e accarezzando il tuo bambino che potrai attivare parte delle sue funzioni vitali.

 

Massaggiare tuo figlio: come?

Massaggiare il corpo di un bambino è più semplice di quanto tu possa immaginare: bastano sfioramenti delicati a mano aperta e avvolgente. E’ importante però che tu sia presente e rilassata, perché in questo momento ti trasformerai in un vero e proprio strumento che trasferisce energia positiva.

 

Procedi secondo questi passaggi:

  1. spegni la tv e abbassa le luci;
  2. scegli una canzoncina calma e dolce di sottofondo;
  3. fai sdraiare il tuo bambino sul letto, sul divano o su un morbido tappeto;
  4. utilizza una crema corpo neutra, scaldandola tra le mani ;
  5. massaggia il corpo dal basso verso l’alto, senza staccare le mani, con movimenti lenti e progressivi. Fai durare il massaggio 20/30 minuti tra fronte e retro;
  6. avvolgi il vostro bambino in un accappatoio caldo e lascia che si rilassi ancora 10/15 minuti sul divano, o tra le tue braccia;
  7. preparagli una buona merenda.

Tocca a te!

 

Se ti va di raccontarci la tua esperienza, scrivici a info@nuvolaexperience.it: saremo felici di parlare del tuo massaggio mamma-figlio sulla nostra pagina Facebook!