Prevenire è meglio che curare: scopri come rafforzare le tue difese immunitarie

23/01/20

Stress, freddo, influenza e medicinali, alimentazione scorretta, scarso riposo: sono solo alcuni dei motivi per i quali è importante prendersi cura del proprio sistema immunitario! Queste circostanze infatti comportano una maggiore suscettibilità alle infezioni, cioè a tutte quelle malattie scatenate da agenti infettivi quali batteri, virus, funghi e parassiti.

Ma cos’è esattamente il sistema immunitario?

Per l’organismo, il sistema immunitario rappresenta la migliore difesa contro le minacce provenienti dall’ambiente esterno come virus, batteri e parassiti. Per adempiere alle proprie funzioni protettive, il sistema immunitario può contare su svariati organi, tessuti, tipi cellulari e glicoproteine; insieme, tutti questi elementi compongono una sorta di “esercito” che si attiva e aggredisce qualunque cosa costituisca una potenziale minaccia per l’organismo stesso.

Tra i tessuti e gli organi che costituiscono il sistema immunitario rientrano la pelle, la milza, le tonsille, il midollo osseo, il timo e i linfonodi. Tra le cellule del sistema immunitario invece, i più “famosi” sono indubbiamente i globuli bianchi (granulociti, monociti e linfociti), mentre tra le glicoproteine del sistema immunitario, gli anticorpi.

Curiosità: anche il muco e i succhi gastrici rappresentano una potente difesa immunitaria! Essi costituiscono infatti le cosiddette barriere immunitarie naturali dell’organismo, cooperando con anticorpi e linfociti nel rafforzamento dello schermo protettivo contro i patogeni invasori.

I nemici delle nostre difese immunitarie

Rafforzare le difese immunitarie è una necessità che scatta nel momento in cui qualcosa le indebolisce, rendendo così l’organismo più suscettibile ad infezioni. Ecco le principali cause di questo indebolimento:

Stress: lo stress psico-fisico indebolisce il sistema immunitario, perché lo sottopone ad un eccessivo carico di lavoro, affaticandolo e rendendolo meno efficiente.

Uso di antibiotici: a livello intestinale,  il corpo umano ospita batteri particolari (la cosiddetta “flora batterica”) con cui stabilisce un rapporto di simbiosi: in cambio dell’ospitalità ricevuta, essi infatti si occupano di smorzare la proliferazione di quei microrganismi potenzialmente patogeni presenti di norma in alcuni distretti dell’organismo (es: Candida albicans) e modulare il sistema immunitario intestinale.
L’uso eccessivo di antibiotici può impoverire la flora batterica, rendendola incapace di adempiere alle proprie funzioni: è così che i microorganismi patogeni come Candida albicans possono prendere il sopravvento e proliferare.

Sedentarietà e inadeguato riposo notturno: studi scientifici hanno evidenziato che le persone sedentarie e quelle che dormono poco si ammalano più facilmente degli individui con una vita attiva e che dormono regolarmente 7-8 ore per notte; è così che i ricercatori sono riusciti a stabilire un collegamento tra l’indebolimento del sistema immunitario e fattori come la sedentarietà e un riposo notturno insufficiente.

Alimentazione impropria: una dieta non equilibrata e un inadeguato apporto proteico compromettono la produzione e la funzionalità di quelle glicoproteine che costituiscono una parte fondamentale del sistema immunitario.

Età avanzata: l’invecchiamento fa sì che gli organi immunitari produttori di globuli bianchi siano meno efficaci; si tratta chiaramente di un processo inevitabile dell’organismo imano, contro cui è impossibile opporsi in modo radicale, ecco perché dobbiamo agire su tutti quei fattori che possiamo controllare.

 

Come rafforzare le difese immunitarie?

Secondo il parere unanime della comunità medico-scientifica, il modo migliore per rafforzare le difese immunitarie è adottare uno stile di vita sano, che permette al nostro organismo di funzionare meglio e in modo più efficace.

Ecco allora qualche semplice consiglio da seguire:

Segui una dieta equilibrata. Prendi la buona abitudine di consumare frutta, verdura, cereali integrali e yogurt, associandoli magari all’assunzione di prebiotici e probiotici (fermenti lattici vivi) e cercando di limitare i cibi ricchi di grassi saturi.

Fai attività fisica. Lo sport aiuta a potenziare il sistema immunitario, purché praticato in modo intelligente, equilibrato e senza eccessi. L’esercizio fisico regolare migliora la funzione dei neutrofili, componenti cellulari costituenti i globuli bianchi; bastano 15 minuti al giorno, quindi niente scuse!

Non fumare e limita l’uso di sostanze alcoliche.

Dormi a sufficienza e con regolarità. Durante il sonno notturno, il corpo umano rielabora le proteine introdotte con la dieta e le utilizza per combattere i potenziali patogeni. Prendi l’abitudine di dormire almeno 7-8 ore, cercando di regolarizzare gli orari; il tuo sistema immunitario ti ringrazierà!

Mantieni la pressione sanguigna sotto controllo.

Osserva le norme di corretta igiene personale.

Quando uno stile di vita sano non basta, la natura offre da sempre una vasta scelta di piante medicinali ad azione immunostimolante e adattogena: Eleuterococco, Ginseng ed Echinacea tra i più utilizzati.

Si definisce adattogena qualsiasi sostanza, farmaco o rimedio erboristico, in grado di aumentare in maniera aspecifica la resistenza dell’organismo a stress di varia natura, sia fisica che psichica. In erboristeria è possibile acquistare diversi preparati naturali (detti anche “droghe”), appositamente studiati per rafforzare le difese immunitarie; questi preparati hanno indicazioni diverse, pertanto la scelta di uno piuttosto che un altro varia in base alla causa dell’indebolimento del sistema immunitario.